Epson riceve il riconoscimento Gold di EcoVadis

Epson chiude il 2017 con un importante riconoscimento, la valutazione Gold dalla piattaforma indipendente EcoVadis, posizionandosi nel primo 5% di aziende impegnate verso l’ambiente.

EcoVadisLa valutazione di EcoVadis riconosce l’impegno di Epson per aver conseguito i più alti standard di responsabilità sociale d’impresa internazionale. Ma il riconoscimento di EcoVadis premia anche l’eccellenza raggiunta da Epson nella sostenibilità ambientale.
Riconoscimento che va ad aggiungersi agli altri standard rispettati dall’azienda, tra cui il Global Reporting Initiative, l’United Nations Global Compact e ISO 26000.
La valutazione di EcoVadis sulla responsabilità sociale d’impresa utilizza una metodologia che abbraccia 150 categorie di acquisto, 110 Paesi e 21 indicatori di responsabilità sociale d’impresa.
Per giungere a questo riconoscimento EcoVadis ha analizzato e valutato Epson anche in termini di personale, procedure e piattaforme, le cui norme, azioni e risultati sia in termini ambientali sia di approvvigionamento sostenibile hanno portato Epson nel primo 5% di aziende impegnate nella sostenibilità ambientale.
“Oggi alle aziende viene richiesto di dimostrare credenziali di responsabilità sociale d’impresa e sostenibilità sempre più alte”, ha spiegato Henning Ohlsson, CSR Director di Epson Europe. “Pertanto sono molto orgoglioso del fatto che il lavoro svolto a livello di azienda sia stato riconosciuto da questa valutazione Gold di EcoVadis”.
Un impegno, prosegue Ohlsson, che Epson porta avanti da molto tempo, nella convinzione che le aziende abbiano la responsabilità collettiva di creare un futuro sostenibile in ogni fase della supply chain, sia in termini di responsabilità sociale d’impresa sia nella tecnologia prodotta. Perché ogni azienda raggiunga i propri obiettivi di sostenibilità. Con vantaggi per tutti: le persone, il pianeta e i processi aziendali.
Risultati cui secondo Epson si può giungere anche con le modifiche apparentemente “piccole”, in tutte e quattro le aree di innovazione (stampa, robotica, comunicazione visiva e dispositivi indossabili), che possono avere un notevole impatto sull’impronta ambientale e sociale di un’azienda, supportando, al contempo, le esigenze delle aziende di tutta Europa.
Epson lavora dall’inizio degli anni 2000 per integrare il “Life Cycle Thinking” nella fornitura dei prodotti anche attraverso l’introduzione di tecnologie innovative nell’ambiente di lavoro. Per migliorare l’efficienza delle soluzioni di stampa, della comunicazione visiva, della tecnologia indossabile e della robotica.
Maggiori informazioni sull’impegno di Epson nel campo della responsabilità sociale d’impresa qui.

L.S.