We Are Social: siamo tutti connessi. Più di 4 miliardi nel mondo

Giunto alla settima edizione, il report Global Digital 2018 è un’indagine condotta da We Are Social in collaborazione con Hootsuite, la piattaforma di social media management più utilizzata al mondo, che indaga i principali trend legati al mondo dei social media, il mondo digitale in genere, e la loro diffusione nel mondo.

We Are SocialDall’analisi dei dati di 239 Paesi è emerso che nel mondo siano più di 4 miliardi gli internauti, più di metà della popolazione globale, di cui più di 250 milioni si sono connessi per la prima volta soltanto nel 2017, facendo registrare il più elevato tasso di crescita nel continente africano.
Un’evoluzione dettata da quella dell’industria del mobile, spiega We Are Social, che ha messo a disposizione dispositivi elettronici e piani tariffari sempre più accessibili.
Lo conferma il fatto che più del 75% della popolazione sia ormai in possesso di un cellulare, che in più della metà dei casi è uno smartphone.
Soprattutto, l’utilizzo dei social media aumenta di pari passo col numero degli utenti connessi, cresciuti in un anno del 13%, per un totale di oltre 3miliardi di utenti attivi nel mondo, di cui 9 su 10 tramite mobile.
Tra i social, detiene il primato Facebook, che vanta quasi 2.1miliardi di utenti e una crescita annua del 15%. Ciononostante, Instagram segna una crescita straordinaria, vedendo triplicare il numero di, appunto, “instagramer”.
Tassi elevati anche per WhatsApp e Messenger, che registrano un tasso di crescita doppio (30%) rispetto a Facebook.

Numeri importanti anche in Italia, dove We Are Social rileva più del 73% della popolazione online, pari a 43milioni di persone, di cui 34milioni sono utenti attivi.

Nello specifico, durante il 2017 si è assistito a un incremento del 10% (pari a 4milioni di persone) sia degli internauti sia degli utenti dei social (pari a 3milioni di persone) rispetto al 2016.
In media trascorriamo online 6ore al giorno (quasi il doppio di quelle davanti alla TV), di cui quasi 2 sui social, soprattutto YouTube e Facebook (mentre nel mondo Facebook assiste a una penetrazione nettamente superiore).
Instagram resta basso nella gerarchia del tempo speso sui social, mentre WhatsApp e Messenger si confermano le app di messaggistica più diffuse.

Report integrale qui.

L.S.