Reti informatiche, dall’hardware gerarchico la software centralizzato

Il futuro delle telecomunicazioni avrà un sistema più flessibile ed efficiente di reti informatiche. Il networking si baserà sul “modello funzionale”. 

Reti informatiche

La diffusione capillare di device, sia fissi che mobili, porta ad un adattamento delle reti informatiche a livello mondiale. L’infrastruttura utilizzata fino a questo momento è concepita in maniera stratificata, fatta cioè di elementi fisici come router, fibre, sistemi di trasmissione, ecc. Ogni livello è connesso agli altri secondo un ordine di priorità piuttosto rigido, non più in grado di sostenere la velocità con cui si muove il progresso delle telecomunicazioni. Il futuro delle reti informatiche sta gradualmente passando dal un modello di hardware gerarchico a quello di con un software centralizzato, più flessibile e potenzialmente più efficiente. Un numero di utenti che cresce di continuo, esige meccanismi di gestione e organizzazione più snelli, che non hanno bisogno di costanti interventi manuali per implementare le prestazioni.

Tutto è cominciato, o meglio è accelerato, dall’introduzione dei cloud che hanno in buona parte sostituito i tradizionali metodi di archiviazione dati. Le reti informatiche di oggi richiedono maggiore banda e fanno “correre” una quantità enorme di dati. Si sta concretizzando la tanto attesa, e a volte temuta, “intelligenza artificiale”, che ha sempre meno un corpo materiale, e sempre più l’anima di un programma. Le reti informatiche di domani non seguiranno sequenze definite dalla catena dei componenti elettronici, ma sfrutteranno le risorse attingendo in modo diretto, migliorando la qualità dei servizi. Questa architettura incrementerà le performance ma potrebbe creare qualche difficoltà in caso di guasti da riparare o problemi da risolvere.

Infatti con reti informatiche basate sul “vecchio” modello, consentono di individuare rapidamente il malfunzionamento agendo sull’hardware. Il nuovo modello “funzionale” necessita invece l’acquisizione delle informazioni da tutte le componenti connesse. I vantaggi però sono molti di più, uno fra tutti la maggiore sostenibilità economica, con possibilità di intervenire su un singolo elemento per realizzare upgrade mirati. Altro aspetto da potenziare sarà quello della cyber security, poiché la maggiore velocità e quantità di dati, renderà più difficile il controllo e la protezione.