CMS, tutto ciò bisogna sapere per poter scegliere quello giusto

È fondamentale orientarsi verso un CMS che abbia caratteristiche adeguate alle esigenze del proprio sito. Qui alcune dritte per andare a colpo sicuro.

CMSQuale CMS scegliere per il proprio sito? È una delle domande più frequenti di chi per la prima volta si affaccia sul web non più da semplice utente, ma come impresa o professionista. Per cominciare bisogna aver ben chiaro l’utilizzo che si intende fare della piattaforma e le caratteristiche che deve possedere il portale. La sigla CMS è l’acronimo di Content Management System, e sta ad indicare un software che consente di gestire facilmente un sito internet  grazie ad un interfaccia intuitiva. La strategie più immediata è mettere a confronto i principali CMS in circolazione con le rispettive specifiche:

Magento. CMS concepito per l’e-commerce che richiede competenze informatiche di livello intermedio. Necessita di hardware e/o hosting dedicati e di certificati SSL. Quindi solitamente ci si appoggia a consulenti esterni per ottenere il massimo delle prestazioni. È adatto per chi vuole implementare un’attività già esistente o per dare un’impronta professionale, merito delle tante estensioni e personalizzazioni.

PrestaShop. Chi desidera creare un negozio online può decisamente puntare su questo software perché non necessita di ulteriori integrazioni ed è molto affidabile. Non ha le stesse potenzialità di Magento ma è comunque funzionale e sicuramente meno complicato. Altri programmi simili sono ZenCart e OpenCart.

WordPress. Tra i CMS più noti, nato inizialmente per i blog è stato poi implementato con numerosi plugin che ne hanno arricchito le funzionalità. È molto sfruttato per la sua semplicità di installazione e di utilizzo, il suo pannello di amministrazione risulta infatti immediatamente chiaro, con icone grafiche individuabili e accessibili.

Con l’integrazione di WooCommerce può essere impiegato anche per il commercio elettronico. Per finire è anche molto gradito a Google, quindi adottarlo può voler dire avere una migliore indicizzazione e un SEO più efficace.

Joomla! Leggermente più complesso rispetto a WordPress ma estremamente versatile e utile per qualunque tipo di impiego, eccellente per portali quali giornali o riviste online.