I gruppi di lavoro 2.0

virtual teamPer un Project Manager gestire un gruppo di lavoro non è mai stato facile, ma oggi le difficoltà aumentano a causa del sempre più diffuso impiego di gruppi di lavoro virtuali, noti come Virtual Team.

Non solo grandi aziende e multinazionali, a fare ricorso al Distance Working sono anche le piccole e medie imprese adattatesi al nuovo modello di lavoro proposto dalle dinamiche di mercato.

Un Virtual Team deve essere gestito attraverso un set di regole ben definito e organizzato secondo un metodo di lavoro preciso.

L’aspetto più importante della gestione di un gruppo di lavoro virtuale è quello della comunicazione: affidandosi esclusivamente alle nuove tecnologie ed alla comunicazione social, aumenta notevolmente il rischio che sorgano incomprensioni causate dall’eliminazione della comunicazione corporea.

 

Solo grazie alle innovazioni tecnologiche degli ultimi anni è possibile affidarsi ai nuovi dispositivi ed alle infrastrutture di rete per permettere lo sviluppo di collaborazioni professionali a distanza.

Tablet e smartphone, ma anche servizi per videoconferenze e chiamate vocali hanno permesso alle aziende di creare Virtual Team in costante comunicazione e di mantenere il rapporto lavorativo attivamente.

Il Distance Working per un’azienda è decisamente vantaggioso poiché abbatte i costi e limita le risorse, ottimizzando al massimo produzione e patrimonio.

È però importante sottolineare come questo metodo di lavoro necessiti di essere gestito al meglio, preferibilmente da una figura professionale specifica, il Project Manage Cetificato, che sappia esattamente le dinamiche che possono scaturire da questo tipo di relazioni lavorative e che sia in grado di gestire e monitorar l’intero team.

Inoltre, un Project Manager capace, sarà in grado di gestire efficacemente time, scope e resources, senza perdere di vista gli obiettivi aziendali e di produzione, sviluppando una flessibilità di business interessante.