Sistema operativo Linux: cresce alternativa a Windows

linuxNegli ultimi anni, alcuni fattori importanti hanno determinato i sempre maggior successo di Linux, il sistema operativo che fin dalla sua nascita ha avuto come obiettivo quello di contrastare l’egemonia di Windows.

Innanzitutto il sistema operativo Linux è cresciuto nel tempo in maniera costante, adattandosi sempre più agli standard in uso e sviluppando una semplicità di utilizzo sempre più grande, inoltre, fattore da non sottovalutare, Windows nel corso del tempo ha aumentato considerevolmente i costi di gestione, portando molte aziende ad allontanarsi dal SO sviluppato da Microsoft.

Microsoft sta effettuando un’inversione di rotta: Windows non sarà più considerato un prodotto acquistabile, ma un servizio che verrà acquistato secondo la formula dell’acquisto dei diritti all’uso, e quindi dietro pagamento di canone annuale.

Gli sviluppatori del sistema operativo Linux, vogliono dare vita ad un So e ad applicativi open source: l’utente risparmierebbe significativamente su costi di licenza e canoni annuali.

Il freno più grande per la diffusione del sistema operativo Linux si trova nell’utenza, sempre restia ad abbandonare interfacce conosciute per scoprire nuovi sistemi.

Linux però è in possesso di tutti i requisiti necessari per soddisfare un client aziendale: sicurezza, stabilità ed affidabilità.

Unico punto su cui ancora gli sviluppatori di Linux devono concentrarsi è la facilità d’uso: per questo motivo sarebbe opportuno dare il via a corsi di formazione riservati agli addetti ai lavori che decideranno di cambiare SO.

Le versioni di Linux più indicate per gli ambienti lavorativi sono Suse, che grazie a Yast! dispone di funzioni avanzate di amministrazione, e Fedora, sistema con funzioni grafiche di alto livello.