#TERRITORIALI, un roadshow per l’innovazione tecnologica

digitalizzazione impreseConfindustria Digitale presenta #TERRITORIALI, il roadshow finalizzato a potenziare il processo di innovazione digitale nelle imprese italiane.

#TERRITORIALI  è un’iniziativa ideata da Confindustria Digitale in collaborazione con Digital Champions e l’ICE (Mise) che coinvolgerà numerosi comuni italiani nel corso di tutto il 2015. Si tratta di un roadshow finalizzato a innescare processi di innovazione tecnologica nelle piccole e medie imprese attraverso la collaborazione con le diverse istituzioni locali.

Il progetto punta a risolvere il problema della bassa tendenza all’innovazione presente nelle imprese italiane, delle quali solo il 5% sono impegnate nella vendita online dei loro prodotti, in rapporto al 15% della media Ue (20% UK, 23% Germania, 17% Spagna e 12% Francia).

“L’obiettivo comune è quello di diffondere la cultura digitale sul territorio e di sostenere e supportare le aziende nel loro percorso di innovazione” ha commentato il Digital Champion italiano Riccardo Luna.

#TERRITORIDIGITALI prevede nel primo semestre del 2015 una lunga serie di incontri con le piccole e medie imprese di tutta Italia, partendo da L’Aquila, Reggio Calabtia, Catania e Firenze.

L’obiettivo finale è quello di diffondere il messaggio in più città possibili, personalizzando il carattere della digitalizzazione delle imprese in base alle diverse realtà ed esigenze locali.

Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft Italia commenta: “Esiste ormai un’equazione lineare fra grado di efficienza e di competitività di un’impresa e capacità di incorporare nuove tecnologie e soluzioni di Information e Communication Technology. Tuttavia sappiamo che per una piccola impresa italiana, sfruttare appieno nuovi strumenti tecnologici, adottare nuove pratiche gestionali o addirittura cambiare modello di business per aprirsi a un’economia globale potrebbe sembrare complicato”.

“Da qui l’iniziativa di Confindustria Digitale che si propone di promuovere una cultura d’impresa aperta all’innovazione, capace di innestarsi con semplicità e concretezza nella realtà locale per generare soluzioni su misura” conclude Pussanta.