Cloud computing, ecco come scegliere la soluzione giusta per l’impresa

Gestione dati aziendali sempre più affidata al cloud computing, bisogna però individuare la piattaforma che meglio si adatta al proprio business.

Cloud computingSempre più aziende scelgono di affidarsi al cloud computing per l’archiviazione e la gestione dei dati. Le piattaforme virtuali, pubbliche, private o ibride, offrono numerosi vantaggi, tuttavia occorre saper scegliere quella che meglio si adatta alle proprie esigenze. Il cloud computing riduce i costi infrastrutturali, oltre a consentire anche alle piccole e medie imprese di essere competitive sul mercato. Si possono infatti sfruttare enormi spazi di data base, e utilizzare app e software complessi, pur non possedendoli fisicamente nei propri server.

Ciò abbatte notevolmente le voci di spesa per l’approvvigionamento delle apparecchiature, per la loro manutenzione, aggiornamento e cyber security. Il mercato di settore però è estremamente vasto, ne sono un esempio nomi noti quali: OpenStack, Google Cloud, CloudFoundry, AWS, Azure, e Google Cloud. Vista la quantità dell’offerta è intuibile come non tutto ciò che si trova disponibile è indicato alle diverse forme di business. Di seguito alcuni requisiti essenziali che un buon sistema di cloud computing deve necessariamente avere:

Facilità d’uso e di upgrade. Un cloud computing affidabile deve essere semplice da configurare, accessibile e sempre aggiornato. In pratica si parla di un organismo dinamico che può essere implementato con il crescere dell’azienda. Diffidare degli ambienti troppo “rigidi”, inadeguati ad un mondo in continua evoluzione.

Performance management eccellente. Nel corso del tempo si possono verificare picchi o cali di prestazione, quindi è fondamentale poter contare su un cloud computing in grado di garantire uno standard costante, segnalando prontamente eventuali diminuzioni di rendimento.

Efficace diagnosi dei problemi. Tra le qualità essenziali di un cloud computing non può mancare la capacità di rilevare velocemente ciò che non funziona, consentendo interventi estremamente precisi e mirati.

Monitoraggio completo e costante delle risorse. Meglio puntare su aziende che offrono costante controllo dell’architettura server, inviando feedback periodici sullo stato di salute generale e sulle potenziami minacce per la sicurezza informatica.