Sistemi di raffreddamento pc portatili, tutto quello che c’è da sapere

Ventole, dissipatori di calore e altri dispositivi per raffreddamento pc portatili. Il necessario per mantenere il laptop al massimo delle prestazioni.

I meccanismi di raffreddamento pc portatili sono essenziali per garantirne il buon funzionamento nel tempo. Il surriscaldamento è infatti uno dei principali problemi di ogni laptop, specialmente di quelli più datati. Questo tipo di dispositivi di raffreddamento pc portatili viene chiamato cooler, ed ha appunto lo scopo di abbassare la temperatura della CPU attraverso l’espulsione dell’aria o la ventilazione forzata e costante. Il calore rallenta le prestazioni e a lungo andare può danneggiare le componenti hardware del notebook. Sotto il profilo tecnico esistono 3 diversi metodi nel raffreddamento pc portatili, quello attivo, quello passivo e il multiuso.

Dispositivi passivi. Sfruttano le proprietà refrigeranti di una sostanza termoconduttiva a diretto contatto con il computer. Quando il laptop è spento il materiale si presenta allo stato solido, per poi diventare liquido quando il pc è acceso e comincia a generare calore. Non necessitano di presa USB, sono estremamente silenziosi e non attingono energia dalla batteria del notebook. L’unico punto debole è la durata, perché la sostanza ha un effetto attivo limitato e di norma mai superiore alle 8 ore.

Dispositivi attivi di raffreddamento pc portatili. Sono solitamente ventole di piccole dimensioni che producono flussi d’aria convogliandola nelle zone critiche. A loro volta si distinguono in modelli che “soffiano” verso i componenti, o che “aspirano” il calore verso l’esterno. Nella maggior parte dei casi vengono posti alla base del device o lateralmente, tramite collegamento USB. Sono caratteristici perché leggermente rumorosi, sebbene nelle varianti più moderne questo inconveniente è stato piuttosto ridotto.

Dispositivi di raffreddamento pc portatili multifunzione. Il terzo tipo di dissipatori di calore si distingue dagli altri per la capacità di abbinare altre attività a quella della riduzione della temperatura. Possono ad esempio essere dotati di schede di memoria o unità di disco integrate, o supporti per mouse. Questa soluzione di solito è impiegata come via di mezzo tra le altre, sebbene sia la meno adottata rispetto ai dispositivi tradizionali.