Ripulire il computer, consigli utili per la cura di PC e notebook

Eliminare le applicazioni che non si usano alleggerisce la memoria e migliora le prestazioni. Ecco come ripulire il computer per mantenerlo efficiente.

Ripulire il computer periodicamente è la via più semplice ed economica per prolungarne la vita e mantenerlo efficiente. Con il tempo è assolutamente normale accorgersi di una diminuzione nelle prestazioni del proprio desktop o notebook. Al di là dei malfunzionamenti che necessitano assistenza tecnica, vi sono altre componenti che contribuiscono a peggiorare “la salute” del dispositivo. Le ragioni possono essere una memoria appesantita o la presenza di programmi incompatibili tra di loro e con il sistema operativo. Per “ringiovanire” il PC il primo passo è ripulire il computer di tutti i file temporanei, oltre alle applicazioni molto datate che occupano soltanto spazio.

Nel ripulire il computer ci si può affidare tranquillamente a piattaforme open source disponibili gratuitamente in rete. Ormai in circolazione ve ne sono di diversi tipi e per la maggior parte assolutamente affidabili. Molti antivirus, sia free che con licenza a pagamento, sono provvisti di funzioni per la gestione delle performance. Una tra queste è proprio l’individuazione e la cancellazione di app e software inerti da troppo tempo. Prima ancora di arrivare al punto di essere “costretti” a ripulire il computer, una buona idea può essere quella di organizzare meglio i file. Inutile ammucchiare tutto sul desktop, archiviare documenti doppione o giga di video, la parola d’ordine è “ottimizzare”.

Si può quindi impostare un buon database suddividendo i dati in cartelle e sottocartelle, o sfruttare strumenti di archiviazione supplementari. Con l’avvento del cloud storage e del cloud computing gli hard disk esterni  sono meno utilizzati, ma restano una valida alternativa come backup di sicurezza. Altra strategia “evergreen” è la deframmentazione dei file. A lungo andare i dati presenti sul PC si scompongono, rallentando la velocità con cui l’hardware riesce a richiamare le risorse necessarie. Ricompattare le informazioni è un’ottima soluzione da abbinare agli procedimenti per ripulire il computer, con effetti percepibili fin da subito.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.