Trasformare il portatile in router Wi-Fi, ecco come fare per Windows

Basta poco per trasformare il portatile in router Wi-Fi. Seguendo alcuni semplici passaggi il laptop può comodamente diventare un hotspot mobile.

Come fare a trasformare il portatile in router Wi-Fi? L’impresa è molto più semplice di quello che si potrebbe pensare, ed offre grandi comodità. Questa piccola guida è dedicata a dispositivi supportati da sistema operativo Windows, quindi prima di tutto occorrono alcuni requisiti minimi. I parametri essenziali per poter trasformare il portatile in router Wi-Fi nel caso specifico sono: cavo Ethernet per la connessione al router e disponibilità di una banda larga. Tramite la procedura che si andrà a descrivere è possibile adattare il laptopt come se fosse un vero e proprio hotspot mobile, collegandosi poi con un altro device. Quale utilità può avere trasformare il portatile in router Wi-Fi?

Fondamentalmente quella di garantire l’accesso alla rete, senza che gli utenti debbano necessariamente conoscere la propria password personale. Anche nel caso in cui il notebook non dovesse essere predisposto con una sceda Wi-Fi, si può aggirare l’ostacolo con degli appositi adattatori e chiavette USB. Lo step numero 1 per trasformare il portatile in router Wi-Fi è accedere al menù impostazioni di Windows, individuando tra tutte la voce Hotspot Mobile. Una volta attivata la funzione il computer comincerà già ad inviare segnagli nella stanza. Per ragioni di sicurezza di può impostare una password di default, da modificare ogni volta a piacimento.

Lo step numero 2 è connettere uno o più dispositivi all’hotspot che è stato appena creato. L’operazione è facilissima in quanto ogni Tablet, PC o Smartphone che verrà utilizzato in casa, visualizzerà l’hotspot come una normale rete wireless. In pratica il gioco è fatto, come promesso per trasformare il portatile in router Wi-Fi è sufficiente avere a disposizione gli strumenti giusti e munirsi di un po’ di sana pazienza. In via generale il procedimento è identico per qualunque versione di Windows dalla 7 in poi, mentre nel caso si abbia un Mac vale qualsiasi versione del MacOS.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.