Avrage B2B Publishing

Cerca

Big Data e AI

UE: la proposta di regolamentazione sull’uso dell’AI

UE regolamentazione AI

Ieri, 21 aprile 2021, la Commissione Europea ha annunciato la proposta di regolamentazione sull’uso dell’Intelligenza Artificiale.

Con l’evolversi di tecnologie che utilizzano l’intelligenza artificiale si è giunti alla necessità di creare delle normative. La Commissione Europea ha varato così una bozza di regolamentazione, annunciata ufficialmente ieri 21 aprile 2021.

Come è già accaduto con il GDPR, questo nuovo regolamento sull’intelligenza artificiale prevede delle ingenti sanzioni per le aziende che non rispettano le norme.  Si parla di cifre che possono ammontare fino a 20 milioni di euro.

AI: i gradi di rischio

UE regolamentazione AIBruxelles non intende demonizzare l’intelligenza artificiale, la cui tecnologia ha ovviamente dei lati positivi sulla vita degli individui. È importante, però, tutelare i cittadini europei da effetti negativi dell’AI.

Alcuni degli usi e delle applicazioni dell’intelligenza artificiale possono generare rischi e danneggiare interessi e diritti protetti dal diritto dell’Unione“, c’è scritto nella bozza. “Tale danno potrebbe essere materiale o immateriale, nella misura che riguarda la sicurezza e la salute delle persone, i loro beni o altri diritti e interessi fondamentali individuali tutelati dal diritto dell’Unione“.

I rischi sono considerati minimi (e a questo livello l’AI è consentita), bassi (deepfake, bot), alti (ad esempio in campo medico) e “inaccettabili” (come social scoring e sorveglianza di massa).

In quest’ultimo caso, infatti, l’Unione Europea vieta assolutamente il riconoscimento facciale nei luoghi pubblici, a meno che non venga stabilito dalle autorità locali per determinate situazioni (come, ad esempio, la lotta al terrorismo).

Il Comitato Europeo per l’Intelligenza Artificiale

Sono ancora tante le norme da sottoscrivere. La regolamentazione, ad esempio, non prevede norme sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale per scopi militari o quelle sulle aziende non europee che sono però attive nel territorio dell’Unione.

Per questo motivo, la proposta prevede anche l’istituzione di un Comitato per l’Intelligenza Artificiale. Ne faranno parte i rappresentanti di ogni stato europeo. Il comitato farà da supervisore dell’applicazione della regolamentazione.

-

Scarica il Whitepaper di LifeRay

Whitepaper Liferay CTA
-

Potrebbero interessarti

Portatili aziendali

Comprare un nuovo laptop è un investimento importante per un’azienda o un professionista. Ecco la guida alle migliori marche di notebook per un acquisto...

App

L’appuntamento con le prossime Emoji è per iOS 14.2. “Certe volte non servono parole”. Bastano i gesti. Tuttavia, quando si è fisicamente lontani, anche...

News e approfondimenti

Con il nuovo Chrome 86 Google tenterà di impedire ai suoi utenti di digitare in caselle di testo rischiose sui siti HTTPS.

Cloud e Data Center

AWS apre il suo nuovo datacenter a Milano: per Amazon questo significa l’inaugurazione della sesta region in Europa.